Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Unanime condanna
della comunità internazionale

· Proseguono in Turchia le indagini sulla strage ·

A poco meno di 24 ore dall’attentato suicida avvenuto nel centro storico di Istanbul, che ha ucciso dieci turisti stranieri e ferito quindici persone, emergono nuovi particolari della strage e delle indagini in corso. 

Unanime la condanna della comunità internazionale, che ha ribadito la necessità di rafforzare gli strumenti contro il terrorismo. Stando alle ultime ricostruzioni ufficiali, la deflagrazione è avvenuta a piazza Sultanahmet, nel centro della città turca, nei pressi dell’obelisco di Teodosio. Le vittime sono tutte straniere. Le autorità turche hanno identificato l’attentatore in Nabil Fadli, nato in Arabia Saudita. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha condannato l’attentato, definendolo «un crimine spregevole». Stessa condanna dalla Casa Bianca. A confermare che fra le vittime ci sono cittadini tedeschi è stato il cancelliere Angela Merkel, che ha spiegato come a essere colpito è stato un «gruppo di turisti della Germania». Il terrorismo internazionale — ha aggiunto il cancelliere — «ha mostrato il suo brutto volto, dobbiamo agire in modo deciso». Il premier francese Manuel Valls ha parlato di vera e propria «guerra». Il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio al presidente Erdoğan.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE