Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un’alleanza per i rifugiati

· Anche in Francia il progetto dei corridoi umanitari voluto da protestanti e cattolici ·

Parigi, 14. Sbarca in Francia l’esperienza dei corridoi umanitari nata in Italia: questa mattina, nel palazzo dell’Eliseo, alla presenza del presidente della Repubblica François Hollande, è stato firmato il protocollo d’intesa per la messa in opera del progetto «Operazione di accoglienza solidale di rifugiati provenienti dal Libano». L’accordo — fra ministero dell’Interno, ministero degli Affari esteri, Comunità di Sant’Egidio, Federazione protestante, Federazione della mutua assistenza protestante, Conferenza episcopale e Secours catholique - Caritas France — prevede le procedure di identificazione, accoglienza, integrazione e inclusione in Francia, con relativo rilascio di visti umanitari, per cinquecento persone nei prossimi diciotto mesi, dando precedenza agli individui più vulnerabili (famiglie con bambini, donne sole, persone malate o disabili).

I profughi interessati dal piano sono persone fuggite dalla Siria che hanno trovato rifugio temporaneo in Libano chiedendo protezione internazionale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE