Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una sola famiglia al cospetto di Dio

· Dal 4 al 10 gennaio negli Stati Uniti la Settimana nazionale della migrazione ·

Washington, 2. «Siamo una sola famiglia al cospetto di Dio»: è questo il tema della Settimana nazionale della migrazione che sarà celebrata negli Stati Uniti dal 4 al 10 gennaio e che è promossa, come ogni anno, dalla Conferenza episcopale. 

L’obiettivo dei vescovi è quello di incoraggiare l’impegno dei cattolici a costruire comunità solidali e inclusive verso coloro che entrano nel Paese alla ricerca di un futuro migliore. «Tutti — ha dichiarato monsignor Eusebio L. Elizondo, vescovo ausiliare di Seattle e presidente del Comitato per le migrazioni della Conferenza episcopale — siamo stati creati a immagine e somiglianza di Dio. Non esistono esseri umani illegali. I migranti, compresi i bambini, i rifugiati e le vittime del traffico umano, sono nostri fratelli e sorelle spirituali».

Il sito web della United States Conference of Catholic Bishops ha messo a disposizione numerosi sussidi e materiale informativo. Tra questi la preghiera “Siamo una sola famiglia al cospetto di Dio” e un’altra per il bambino migrante che vuole richiamare l’attenzione sul fenomeno dei minori immigrati non accompagnati che nell’ultimo anno ha registrato un drammatico aumento negli Stati Uniti, come altrove, diventando una vera e propria emergenza umanitaria.

Da tempo i presuli svolgono un’intensa opera di pressione per chiedere più tutele per gli immigrati, in particolare attraverso una riforma legislativa e un nuovo sistema che bilanci il rispetto dello stato di diritto con l’accoglienza e la solidarietà. Il tema scelto per questa edizione vuole sensibilizzare i fedeli su un particolare aspetto del fenomeno migratorio: il dramma delle tante famiglie separate dall’immigrazione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE