Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sinfonia di vicende

· ​Venticinque anni fa nasceva Lewis Mumford ·

Di Lewis Mumford, umanista e intellettuale americano, fra i maggiori del XX secolo, ricorrono quest’anno ben due anniversari: 25 anni dalla morte avvenuta nel 1990 e 120 anni dalla nascita. Storico, sociologo, urbanista, filosofo, ma anche romanziere, educatore e commediografo, era figlio illegittimo di un uomo d’affari ebreo e fu cresciuto nell’educazione cattolica dalla madre che, per mantenersi, fece la governante in casa di lontani parenti.

Pianta di Treviso (editore Pieter Mortier, Amsterdam 1704, Fondazione Benetton Studi Ricerche, Collezione Vianello Bote)

Pubblicò nella sua lunga vita oltre 30 importanti opere. La città nella storia, edito a New York nel 1961, è considerato il suo capolavoro assoluto. In occasione dei cinquant’anni della prima diffusione in Italia, l’opera, ormai divenuta introvabile, è stata riedita da Castelvecchi (Roma, 2013, pagine 864, euro 39) con il recupero dell’intero apparato iconografico (costituito da oltre 150 immagini) e l’arricchimento degli indici tematici. Mumford, scrive Michele Dau nell'introduzione dedicò quattro anni alla stesura di questo libro, dopo un lungo itinerario di ricerca scientifica e di lavoro. Non è un opera di architettura o di urbanistica, ma un libro di storia a tutto tondo, di storia economica, sociale e politica, vista da un angolo visuale speciale che è quello della funzione centrale della città nella storia. La città come forma compiuta di una civiltà; le diverse città nella storia come paradigmi di tempi, popoli e civiltà che si sono susseguiti e stratificati.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE