Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una piaga nel corpo di Cristo

· Il Papa denuncia la tratta degli esseri umani come delitto contro l’umanità ·

Un gesto della Chiesa. Un gesto delle persone di buona volontà che vogliono gridare «basta!» davanti al crimine contro l’umanità costituito dalla tratta degli esseri umani. 

Così Papa Francesco ha definito la conferenza internazionale sulla tratta delle persone, che, organizzata dalla Conferenza episcopale d’Inghilterra e Galles, è stata ospitata in questi giorni dalla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

Pesante è stata la denuncia del Pontefice che — recatosi personalmente nell’Aula Magna della Casina Pio iv questa mattina, giovedì 10 aprile — non ha esitato a definire la tratta di esseri umani come «una piaga nel corpo dell’umanità contemporanea» anzi «una piaga nella carne di Cristo» ha specificato. Si tratta di un vero e proprio «delitto contro l’umanità» ha aggiunto.

E il fatto che i responsabili degli organismi di polizia di diversi Paesi del mondo si siano riuniti per la seconda volta in Vaticano insieme a vescovi e sacerdoti impegnati nell’assistenza alle vittime della tratta «per unire i nostri sforzi — ha notato Papa Francesco — significa che vogliamo che le strategie e le competenze siano accompagnate e rafforzate dalla compassione evangelica, dalla prossimità agli uomini e alle donne che sono vittime di questo crimine».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE