Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una parrocchia in uscita

· Il vescovo di Roma in visita a Santa Maria dell’Orazione ·

Uno striscione in onore di Francesco «Buon pastore». È il benvenuto che i giovani della parrocchia romana di Santa Maria dell’Orazione stanno preparando per la visita del Papa, in programma domenica pomeriggio, 16 marzo.

Il vescovo di Roma vi si reca nel tempo quaresimale, dopo la settimana di esercizi spirituali trascorsa ad Ariccia, per incontrare una delle realtà più periferiche della diocesi, nella zona di Setteville Nord - Marco Simone, a pochi chilometri dal comune di Guidonia, del cui territorio fa parte.

Ed è proprio l’essere giovane una delle caratteristiche peculiari di questo quartiere, dove molte coppie decidono di mettere su casa attratte da costi meno proibitivi rispetto al mercato romano, pur continuando a lavorare nella grande città. Mancano però i servizi, a cominciare dalle scuole, e gli spazi aggregativi, visto che non ci sono piazze e nemmeno un campo di calcio. Così il moderno complesso di Santa Maria dell’Orazione finisce col divenire un punto di riferimento essenziale per i quindicimila abitanti. «Quando mi è stata comunicata la notizia della visita di Papa Francesco — ricorda il parroco don Francesco Bagalà — mi sono chiesto: come mai viene qui? Dal mio intimo è sorta una risposta: ci visita il Signore che ci ama. Perché coloro che si lasciano salvare da Gesù sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento».

Gianluca Biccini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE