Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una legge contro le armi

· Approvata dal parlamento dell’Oregon ·

  L’Oregon ha proibito l’acquisto e la detenzione di armi da fuoco e munizioni a chi abbia precedenti di violenza domestica o sia sottoposto a ingiunzioni restrittive, diventando il primo stato degli Stati Uniti ad adottare una legge sul controllo delle armi dopo la strage in Florida del 14 febbraio scorso.

Il parlamento dell’Oregon  a Salem  (Ap)

Il progetto, approvato dal parlamento statale, è diventato legge in serata con la firma del governatore democratico Kate Brown, mentre davanti al Campidoglio di Salem si radunava una folla plaudente. Il provvedimento amplia la casistica delle persone che non potranno godere del diritto al porto d'armi garantito a livello federale dal secondo emendamento della Costituzione. L’iter parlamentare era iniziato prima della sparatoria che ha causato 17 morti nella scuola della Florida, dalla quale è nato un movimento, attivo soprattutto fra gli studenti, per il controllo delle armi.

Diverse iniziative sul controllo delle armi si stanno registrando in questo periodo negli Stati Uniti. Tra queste quella di Blackrock, una società di investimenti che gestisce oltre sei trilioni di dollari, che sta esercitando pressioni sui produttori e sui rivenditori di armi perché cambino le loro politiche. L’azienda, oltre a chiedere a queste aziende quali misure stiano mettendo in atto per ridurre i rischi, sta studiando la creazione di nuovi fondi di investimento che escludono queste società. Secondo Blackrock, impegnarsi con le aziende «ha il potenziale maggiore per guidare il cambiamento».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE