Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una gricia
dietro le sbarre

Un ristorante con tutti i requisiti: camerieri, menù, giorni di apertura e chiusura e un nome originale, «Osteria degli uccelli in gabbia». Ma con una particolarità: si trova all’interno di un carcere, quello romano di Rebibbia, e rappresenta un unicum nella Capitale. Inaugurato nei giorni scorsi alla presenza del capo Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Francesco Basentini e della sindaca Virginia Raggi, è gestito dai detenuti della cooperativa Men at Work, da più di 15 anni impegnata a promuovere l’inclusione sociale delle persone sottoposte a misure giudiziarie restrittive. Il ristorante sarà aperto nei mesi di giugno e luglio tutti i venerdì sera e i piatti saranno preparati e serviti ai tavoli dai detenuti stessi che provvederanno anche a raccogliere le prenotazioni da farsi entro il martedì precedente all’indirizzo e-mail osteria@menatwork.coop.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE