Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una festa per Francesco

· Gli auguri dei bambini assistiti nel dispensario Santa Marta in Vaticano ·

E alla fine tutti intorno a soffiare sulle settantasette candeline accese su una gigantesca torta comparsa, come d’improvviso, in 

mezzo a un nugolo di ragazzini festanti. Papa Francesco ha ricevuto questa mattina, sabato 14 dicembre — dunque con qualche giorno di anticipo rispetto alla data di nascita, il 17 dicembre — forse il più bel regalo per il suo ormai prossimo compleanno. Lo hanno confezionato i bambini che annualmente trovano assistenza presso il dispensario di Santa Marta in Vaticano. Nove pacchi bianchi con l’etichetta a identificare i loro contenuti: amore, semplicità, gioia, povertà, felicità, speranza, generosità, dolcezza, umiltà. Hanno allineato i pacchi davanti al Papa come fossero mattoni, uno sull’altro, a formare un muretto rettangolare. Poi lo hanno fatto lentamente ruotare ed è comparsa una gigantografia di Papa Francesco sorridente e sotto la scritta «Auguri». E mentre Papa Francesco era simpaticamente distratto da quella meticolosa scenografia, ecco spuntare la sorpresa vera: la torta, trainata su un carrello da una decina di gracili ma tenacissimi facchini, alti poco più della torta stessa. Il Papa li ha voluti tutti attorno a sé, anche quelli che erano rimasti ai piedi della scalinata. E come fa un nonno con i nipotini ha contato, anche mimando con le dita, sino a tre; poi ha invitato tutti a soffiare insieme sulle candeline accese.

Poco prima dell’incontro nell’Aula Paolo vi, il Papa aveva visitato i locali del dispensario.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE