Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una donna a capo
della teologia

· Nell’università cattolica portoghese ·

Per la prima volta sarà una donna a guidare la Facoltà di teologia dell’Università cattolica portoghese. Con decreto della Congregazione per l’educazione cattolica datato 26 ottobre, è stata scelta come direttrice Ana Maria Jorge, 56 anni, laica, docente aggiunto, già a capo ad interim della facoltà dopo la nomina di don José Tolentino de Mendonça a bibliotecario e archivista della Santa Sede. Jorge, dottoressa in Scienze storiche alla Facoltà di lettere e filosofia dell’Università cattolica di Lovanio con una tesi sull’episcopato lusitano nella tarda antichità, è membro dell’Accademia portoghese di storia, della Società portoghese di studi medievali e della Società scientifica dell’Università cattolica dove insegna storia della Chiesa e del cristianesimo, oltre a metodologia; coordina poi il Master in studi religiosi dell’ateneo, dopo aver diretto il Centro studi di storia religiosa e la rivista «Lusitania sacra» dal 2007 al 2010.

L’inaugurazione della Facoltà di teologia risale al 4 novembre 1968, esattamente cinquant’anni fa, con i cicli propedeutico e generale. Oltre a Lisbona, è presente dal 1987 a Braga e a Porto. Il piano strategico dell’istituto per il periodo 2015-2020 prevede la qualificazione e il rafforzamento del corpo docente, la ristrutturazione della ricerca in teologia e scienza delle religioni, la creazione dell’Istituto di scienze religiose, la collaborazione con varie istituzioni ecclesiastiche nazionali e internazionali, la cooperazione con le Chiese dei paesi africani di lingua portoghese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE