Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Nella dimensione
della sinodalità

· La plenaria dell’episcopato peruviano ·

Con una messa celebrata nella parrocchia di San Antonio de Padua, quartiere di Gesù Maria, a Lima, i quarantanove vescovi peruviani hanno dato inizio nei giorni scorsi alla loro centotredicesima assemblea plenaria. Monsignor Héctor Miguel Cabrejos Vidarte, arcivescovo di Trujillo e presidente della Conferenza episcopale (Cep), ha presieduto la concelebrazione, affiancato dal cardinale Juan Luis Cipriani Thorne, arcivescovo di Lima, e dall’arcivescovo Nicola Girasoli, nunzio apostolico in Perú.

Nell’omelia, il presidente della Cep ha concentrato la sua riflessione sulla sinodalità, un concetto ampiamente usato oggi nella Chiesa per descrivere il camminare insieme di vescovi, sacerdoti e fedeli, soprattutto dopo aver celebrato sinodi come quello sulla famiglia e sui giovani. «La Chiesa come popolo di Dio — ha sottolineato monsignor Cabrejos Vidarte — è una Chiesa sinodale, cammina insieme, laici e pastori, per annunciare e testimoniare il Vangelo. La Chiesa sinodale è un concetto facile da esprimere con le parole, ma non è così facile da mettere in pratica. La sinodalità appartiene a tutta la Chiesa e a tutti i membri della Chiesa. Questo — ha aggiunto l’arcivescovo di Trujillo — è il motivo per cui tutti i battezzati sono compagni di strada. La Chiesa sinodale non è altro che camminare insieme, attraverso le vie della storia, per incontrare Cristo, nostro Signore». Il presidente della Conferenza episcopale ha anche fatto riferimento allo spirito di servizio: «In questa Chiesa sinodale nessuno è al di sopra degli altri. E chi esercita le funzioni di governo deve tenere presente che il più grande è il più piccolo, e chi governa deve farlo come chi serve».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE