Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un prologo al Sinodo

· Presentato l’incontro mondiale delle famiglie a Philadelphia ·

Un’occasione per riflettere sulla realtà della famiglia oggi, ma anche per ribadirne l’importanza nella società. Certamente una festa, ma soprattutto un prologo al Sinodo dei vescovi, per accrescere l’interesse sulle tematiche che verranno affrontate. È con questi obiettivi che giovedì 25 giugno, nella Sala stampa della Santa Sede, è stato presentato l’ottavo incontro mondiale delle famiglie che si svolgerà a Philadelphia dal 22 al 27 settembre sul tema: «L’amore è la nostra missione. La famiglia pienamente viva». 

Ousmane Faye, «Famiglia» (1996)

Alla conferenza stampa hanno partecipato l’arcivescovo Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, l’arcivescovo di Philadelphia, Charles Joseph Chaput, con il vescovo ausiliare John J. McIntyre, e i coniugi Jerry e Lucille Francesco, che festeggiano cinquant’anni di matrimonio e che hanno portato il saluto delle famiglie di Philadelphia.

La celebrazione di questo incontro, ha sottolineato monsignor Paglia, è un’occasione estremamente preziosa per mettere le famiglie al centro dell’attenzione della Chiesa e della società civile. A Philadelphia, nei giorni del convegno, durante la festa del sabato sera, ma anche nei numerosi incontri ed eventi di quelle intense giornate, si potranno ascoltare storie vere e concrete. Ascoltare famiglie che si raccontano sarà un’occasione per godere dello spettacolo della bellezza dell’amore che cresce nella fedeltà e genera vita, e di condividere le fatiche e le sofferenze di ogni giorno. Ma darà anche l’opportunità di mostrare che la famiglia è la risorsa più importante della società.

«L’incontro — ha affermato monsignor Chaput — farà convergere temi religiosi e culturali. Sarà un’esperienza fantastica e avrà un impatto mediatico molto forte. E siamo certi che offrirà utili contributi anche al Sinodo dei vescovi».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE