Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un moto dello Spirito

· Presentato il giubileo della misericordia ·

Un calendario ricco di celebrazioni scandirà l’Anno santo della misericordia indetto da Papa Francesco dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016. A presentarlo è stato l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione — al quale è affidata l’organizzazione del giubileo — durante la conferenza stampa tenutasi martedì mattina, 5 maggio, nella Sala stampa della Santa Sede.

Ghislaine Howard«Il figliol prodigo»

L’idea del giubileo è nata come un vero e proprio «moto dello Spirito», ha spiegato il presule rivelando che il 28 agosto dello scorso anno, durante una udienza privata, Francesco gli aveva confidato: «Quanto mi piacerebbe un giubileo della misericordia!». Per questo si può parlare di «un moto dello spirito, non solo un desiderio, ma un moto suscitato nel Papa dall’azione dello Spirito Santo».

Oltre a illustrare gli appuntamenti più significativi in programma, il presule ha ricordato che il Papa compirà in modo simbolico alcuni gesti per raggiungere le “periferie” esistenziali dell’umanità e «dare di persona testimonianza della vicinanza e dell’attenzione ai poveri»

L’arcivescovo Fisichella ha anche presentato il logo dell’Anno santo, che «rappresenta una summa teologica della misericordia e dal motto che lo accompagna», tratto dal Vangelo di Luca (6, 36): misericordiosi come il Padre.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE