Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un mondo sempre più anziano

· Rapporto Onu su popolazione e sviluppo ·

Quello attuale è un mondo «sempre più anziano e sempre più urbanizzato», dove quasi novecento milioni di persone (il sessanta per cento di chi risiede in aree metropolitane di oltre un milione di abitanti) abita in aree ad alto rischio di inondazioni, siccità, terremoti, uragani. È un quadro a tinte fosche quello che emerge dall’ultimo rapporto del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, diffuso ieri in apertura della 47ª sessione della Commissione dell’Onu su popolazione e sviluppo che si concluderà l’11 aprile.

La popolazione mondiale, si legge in un passo del rapporto, continua ad aumentare, seppure a un ritmo inferiore rispetto al passato, passando da 7 miliardi nel 2011 a 8,1 miliardi nel 2025 e 9,6 miliardi nel 2050. Ma mentre si prevede che il numero dei giovani si vada stabilizzando nei prossimi trentacinque anni, il numero degli anziani è in vertiginoso aumento: saranno il ventuno per cento del totale nel 2050, rispetto al dodici per cento riscontrato quest’anno. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE