Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per un giorno Asmara
capitale della gioventù

· ​Celebrato per la prima volta in Eritrea il raduno nazionale ·

Motivi di distanza, problemi economici e altre questioni interne hanno impedito ai giovani eritrei di prendere parte alla Giornata mondiale della gioventù tenutasi dal 22 al 27 gennaio in Panamá. Ed è stato per questo che qualche settimana dopo l’Ufficio nazionale della pastorale ha voluto celebrare l’evento in patria. Asmara si è così trasformata in una piccola Panamá: i giovani delle quattro eparchie dell’Eritrea, per un totale di 550 delegati, si sono riuniti nell’arcieparchia di Asmara in occasione della prima celebrazione della Giornata della gioventù nazionale nella storia della Chiesa eritrea.

L’importanza dell’evento è stata sottolineata dalla presenza del già nunzio apostolico in Sudan e in Eritrea, arcivescovo Hubertus Matheus Maria van Megen, ora nominato in Kenya, e di monsignor Fikremariam Hagos Tsalim, vescovo di Segheneity, che, partecipando al sinodo celebrato a ottobre in Vaticano, ha colto l’occasione per spiegare come la Chiesa voglia aiutare i giovani «a crescere nella fede e a discernere la loro vocazione».

A conclusione della Giornata della gioventù eritrea, si è tenuta la messa presieduta dall’arcivescovo di Asmara, Menghesteab Tesfamariam.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE