Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per un futuro
di unità e pace

· ​I saluti dei vescovi italiani al sinodo valdese e metodista di Torre Pellice ·

«Le Chiese si cimentino, accelerando ogni intento di unità, nell’impresa di tessere e ritessere la pace per l’unica famiglia dei figli di Dio»: è quanto ha dichiarato monsignor Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi e membro della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo della Conferenza episcopale italiana (Cei), portando al sinodo delle Chiese valdesi e metodiste (in corso a Torre Pellice fino al 25 agosto) i saluti del presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia - Città della Pieve, di monsignor Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei, e dei vescovi italiani.

Nel suo intervento, il vescovo di Lodi ha sottolineato quanto sia sicura «l’amicizia di Cristo. Essa — ha detto — ci rende tutti fratelli e sorelle nel servizio… dà forma cristiana all’esistenza credente e confessante e ci permette di “protenderci insieme” verso un futuro comune o, per usare le parole dell’apostolo Paolo, “verso ciò che sta di fronte, correndo insieme verso la meta”».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE