Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un dovere
nei confronti dei popoli

· L’appello dei vescovi statunitensi sul clima ·

Washington, 15. «Il dovere di cura del bene comune va oltre i nostri confini, soprattutto quando si tratta dell’aria e del clima condivisi con tutti i popoli e le creature che vivono sul pianeta».

È quanto ribadisce l’episcopato cattolico statunitense che torna a sollecitare con vigore un maggiore coinvolgimento delle istituzioni nazionali nello sforzo che la comunità internazionale sta portando avanti per contrastare i danni provocati dai cambiamenti climatici. L’appello firmato dai presuli responsabili dei due dipartimenti su cui ricade la competenza per le questioni ambientali — monsignor Frank J. Dewane, vescovo di Venice e presidente della Commissione per la giustizia e lo sviluppo umano, e monsignor Oscar Cantù, vescovo di Las Cruces e presidente della Commissione giustizia e pace — giunge significativamente mentre è in corso in Germania, a Bonn, la Conferenza delle parti (Cop23) sul cambiamento climatico.

Un appello tanto più importante se si considera che l’amministrazione statunitense guidata da Donald Trump, come è noto, è venuta meno agli impegni per limitare l’emissione di gas inquinanti sottoscritti dalla precedente amministrazione in occasione della Conferenza delle parti (Cop21) che si tenne a Parigi nell’autunno del 2015. Nello specifico, i due presuli statunitensi hanno dunque inviato una lettera — pubblicata sul sito in rete della Conferenza episcopale — indirizzata ai membri del Congresso, in cui si invita a sostenere anche finanziariamente, con uno stanziamento di dieci milioni di dollari, l’opera condotta dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Unfccc), l’organismo internazionale che guida la politica sul clima.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE