Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un dono benvenuto

· L’episcopato francese e l’accoglienza dei sacerdoti stranieri ·

In Francia rappresentano ormai più del 10 per cento dei sacerdoti, ovvero circa millesettecento su (quasi) sedicimila, dei quali un migliaio africani, i più numerosi davanti a vietnamiti e polacchi. In alcune diocesi superano il 40 per cento dei presbiteri in attività. Sono i prêtres venus d’ailleurs, i preti stranieri, molti di essi fidei donum, ai quali la Conferenza episcopale francese ha da tempo dedicato uno specifico gruppo di lavoro presieduto dall’arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun.

La recente assemblea plenaria a Lourdes è stata l’occasione per fare il punto della situazione, soprattutto per sentire il vescovo di Mbujimayi, Bernard-Emmanuel Kasanda Mulenga, che dalla Repubblica Democratica del Congo invia ogni anno in Europa una cinquantina di sacerdoti (sui duecentoventicinque complessivi), di cui dodici attualmente in Francia. Sono il volto missionario della Chiesa cattolica, e dunque universale: «In colui che parte c’è l’entusiasmo di aprirsi al mondo, dell’arricchimento morale e psicologico», ha detto monsignor Kasanda Mulenga, ma non mancano «lacerazioni» e «disillusioni» per il fatto di ritrovarsi in un mondo secolarizzato. Uno “choc culturale”, lo definisce monsignor Lebrun. C’è da lavorare molto sull’accoglienza dei sacerdoti nelle comunità, nel primo anno del loro soggiorno, anche attraverso corsi sulla realtà che troveranno. Al riguardo l’arcivescovo sta preparando delle specifiche raccomandazioni, affinché una Chiesa povera di vocazioni come quella francese (circa la metà dei sacerdoti ha più di 75 anni) faccia fruttare al meglio i doni di fede venuti dall’Africa.

di Giovanni Zavatta

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE