Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un dibattito nazionale prima di ogni decisione

· In Francia i rappresentanti religiosi chiedono un ampio confronto sul matrimonio ·

«Che lo si voglia o no, noi abbiamo, in quanto francesi, una responsabilità particolare che va oltre noi stessi. Il Governo ha posto come principio generale l’ascolto e la ricerca del consenso. Osiamo quindi davvero, serenamente, seriamente, affrontare il dibattito e, in nome del principio di precauzione, diamo tempo al dibattito. La Francia ne uscirà più grande, dando l’immagine di una democrazia esemplare, rispettosa di ogni persona». Si conclude così l’appello — pubblicato sulle pagine del quotidiano «Le Monde» — lanciato dai principali responsabili religiosi francesi per chiedere alle istituzioni un confronto aperto sul progetto di legge che intende allargare il matrimonio civile alle coppie formate da persone dello stesso sesso, dando loro anche la possibilità di ricorrere all’adozione. Un intervento giunto contemporaneamente alle manifestazioni, svoltesi fra sabato e domenica, che hanno raccolto per le strade delle principali città migliaia di persone, non solo cattolici, contrarie al provvedimento.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE