Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un classico moderno

· Solo per due giorni tornano i Blues Brothers ·

Quando uscì, nell’ormai lontano 1980, The Blues Brothers dovette superare anche il fuoco di fila di prestigiosi critici d’oltreoceano. Oggi che torna sul grande schermo — per due soli giorni, il 20 e 21 giugno — restaurato in occasione del trentesimo anniversario della morte di John Belushi, è ormai consacrato come un capolavoro. Anzi, di più: come un classico moderno. La sfida, semmai, è rappresentata dal conquistare le nuove generazioni, che difficilmente potranno apprezzare alcuni dettagli legati indissolubilmente all’epoca della realizzazione. Per esempio il rispetto del regista John Landis e dei colleghi della sua generazione (non a caso nel finale compare in un cameo anche l’altro neoclassicista Steven Spielberg) per il cinema hollywoodiano d’un tempo. La difficoltà di tornare a fare un musical negli anni in cui nasceva l’estetica aggressiva dei video-clip. Più in generale, la voglia che c’era di lasciarsi alle spalle due decenni di traumi nazionali con un cinema più spensierato che contribuisse a risanare prima di tutto l’immaginario collettivo.

Nonostante ciò, ne siamo già sicuri, i nuovi spettatori rimarranno a bocca aperta di fronte a un senso del ritmo e un’energia che oggi non si vedono più, a una comicità che si tiene sul confine del surreale senza travalicarlo mai in modo grossolano, o anche solo smodato, a scene di massa che non hanno bisogno di interventi col digitale, a una miscela di generi che non ha la spocchia intellettualistica delle alchimie postmoderne, ma solo l’istinto di una macchina cinematografica che si muove in tutta libertà. A un cinema, insomma, che era creatività e sudore, proprio come una blues band.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2018

NOTIZIE CORRELATE