Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un aiuto
alle popolazioni siriane

· Il Papa a conclusione degli esercizi spirituali ad Ariccia ·

Un filo di preghiera e di solidarietà ha unito, durante gli esercizi spirituali, il Papa e la Curia romana con la martoriata città di Aleppo. L’ultima giornata di ritiro ad Ariccia, venerdì 10 marzo, si è aperta infatti con la messa celebrata dal Pontefice e offerta per la Siria, ed è stata caratterizzata da un gesto concreto di vicinanza e di solidarietà: Francesco, grazie anche al contributo della Curia romana, ha inviato la somma di centomila euro ai poveri della città siriana, attraverso una sorta di gemellaggio spirituale tra il predicatore degli esercizi, il francescano Giulio Michelini, e il suo confratello parroco di Aleppo, Ibrahim Alsabagh. Al termine dell’ultima meditazione Francesco ha voluto ringraziare espressamente il predicatore per la preparazione con cui ha guidato la riflessione e ha ricordato che a volte può bastare una semplice parola per favorire la meditazione spirituale. Poi in mattinata il Pontefice ha fatto rientro in Vaticano. E nel pomeriggio, alle 17, si reca al Vicariato di Roma per incontrare i parroci prefetti della diocesi.

Il saluto del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE