Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ultimatum alla Terra

· Le emissioni di gas serra dovranno essere azzerate entro il 2100 ·

Le concentrazioni di gas serra hanno raggiunto i livelli più alti in ottocentomila anni e, se non verranno drasticamente ridotte, i cambiamenti climatici impatteranno in maniera «severa, globale e irreversibile» sulla Terra. 

Una donna cerca di proteggersi dall’inquinamento a Pechino (Reuters)

L’allarme è stato lanciato ieri in un documento presentato a Copenaghen — che racchiude sette anni di lavoro di migliaia di scienziati di tutto il mondo — dagli esperti sui cambiamenti climatici dell’Onu (Ipcc, Intergovernmental Panel on Climate Change), sintesi di tre precedenti report. «Le emissioni mondiali di gas serra devono essere ridotte dal 40 al 70 per cento tra il 2010 e il 2050 e sparire definitivamente dal 2100», spiega nel testo l’Ipcc. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, nella capitale danese per la presentazione dello studio, ha avvertito che «è necessario agire subito e con fermezza per evitare risultati distruttivi».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE