Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ucciso un comandante di Boko Haram

· Liberati nove bambini rapiti dagli estremisti nigeriani ·

Bambino in un campo profughi  vicino Maiduguri (Reuters)

Il portavoce delle forze armate nigeriane, il generale Sani Usman, ha annunciato ieri che l’esercito ha ucciso un importante comandante di Boko Haram ed è riuscito a liberare nove bambini che venivano tenuti reclusi in un campo segreto dai jihadisti. I soldati nigeriani si sono scontrati con gli estremisti islamici nel villaggio di Jarawa nello stato di Borno, nel nord-est del paese, e hanno reso noto di avere ucciso un ingente numero di jihadisti, incluso Abu Nazir, uno dei principali leader del gruppo a lungo ricercato dai militari. I bambini liberati dai militari governativi verranno trasferiti in un campo per sfollati a Kala Balge, a circa 150 chilometri a ovest di Maiduguri, la capitale di Borno. Dopo averli sottratti con la forza alle loro famiglie di origine gli affiliati a Boko Haram utilizzano spesso bambini e ragazzi, di entrambi i sessi, per compiere attacchi suicidi.

In otto anni di violenti scontri con i militari e la polizia nigeriana i jihadisti hanno ucciso decine di migliaia di persone.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE