Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Uccise
dopo matrimoni forzati

· Decine di donne nigeriane trucidate da Boko Haram ·

Decine di donne nigeriane di Bama, costrette a matrimoni forzati con i miliziani di Boko Haram che le avevano sequestrate, sono state uccise dai loro “mariti” prima della battaglia che questa settimana ha portato le forze governative a riconquistare la città. 

Donne rifugiate in Niger per sfuggire alle violenze di Boko Haram (Afp)

Bama, secondo centro dello Stato nordorientale del Borno, dove Boko Haram ha le sue principali roccaforti, era caduta lo scorso settembre nelle mani del gruppo jihadista che vi aveva compiuto una delle sue stragi più efferate, uccidendo, secondo fonti concordi, duemila persone. Numerose donne erano state catturate e poi costrette a matrimoni con i miliziani. Decine di loro sono state trucidate alla vigilia del contrattacco governativo, secondo quanto riferito alle agenzie di stampa da alcuni testimoni. Boko Haram ha subìto nell’ultimo mese diverse sconfitte sia da parte dell’esercito governativo sia della forza africana inviata in Nigeria e alla quale forniscono contingenti il Benin, il Camerun, il Ciad e il Niger. Tuttavia i miliziani mantengono alta la propria capacità di colpire, non solo con il ricorso al terrorismo, ma anche sul piano militare.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE