Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Trump e Putin
oltre la guerra fredda

· Il colloquio di Helsinki apre ad accordi ma suscita polemiche ·

Oltre quattro ore è durato l’incontro a Helsinki, in Finlandia, tra il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il capo del Cremlino, Vladimir Putin. In conferenza stampa hanno affermato che la guerra fredda è finita e che il mondo ha bisogno di Washington e di Mosca per combattere la proliferazione nucleare e per garantire la stabilità. «Torneremo a parlarci», ha assicurato il capo della Casa Bianca. 

Vladimir Putin e Donald Trump  (Ap)

E il portavoce presidenziale russo Dmitri Peskov ha dichiarato che i due leader non hanno ancora discusso di future visite ma che i loro prossimi colloqui potrebbero tenersi già a novembre al vertice del g20 in Argentina. Ma non mancano le polemiche in patria per Trump: il possibile disgelo e la nuova collaborazione sullo scacchiere internazionale sono passati in secondo piano sui media statunitensi ed europei rispetto alla spinosa questione del Russiagate, definita da Putin «una farsa». Dal punto di vista dei media russi, il vertice russo-statunitense può essere un punto di partenza per il rilancio delle relazioni tra Mosca e Washington. I media statunitensi mettono in luce la prospettiva di accordo tra Stati Uniti e Russia sulla questione siriana e su altri temi, ma sottolineano la divergenza di vedute a proposito della Crimea e soprattutto spiegano la difficoltà per Trump di rispondere della lettura del caso Russiagate data da Putin.

Da parte sua, il presidente statunitense ha spiegato — nel suo primo tweet dopo il summit con Vladimir Putin — di avere fiducia nella intelligence statunitense ma ha aggiunto che non bisogna focalizzarsi sul passato e che con la Russia bisogna andare d’accordo.

Il presidente Trump incontrerà nelle prossime ore i membri del Congresso alla Casa Bianca. Un incontro che segue le critiche bipartisan piovute su Trump dopo l’incontro con Putin. A far discutere è il fatto che Donald Trump e Vladimir Putin hanno praticamente liquidato il Russiagate e hanno assicurato all’unisono che non c’è stata alcuna interferenza russa nelle elezioni nel 2016. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE