Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Troppe famiglie
soffocate dai debiti

· ​In Repubblica Ceca la Caritas chiede interventi ad hoc ·

 In Repubblica Ceca una famiglia su dieci afferma di non riuscire a pagare regolarmente le rate dei prestiti e una su tre non ha idea di come risolvere questa situazione. Più in generale, una famiglia su cinque dispone di modesti mezzi di sussistenza e si trova ad affrontare una condizione economica difficile. In numeri assoluti questo problema riguarda più di 230.000 nuclei familiari. Sono alcune delle cifre emerse da unaricerca svolta su iniziativa della Conferenza episcopale ceca. «Questa condizione critica della società — ha dichiarato al Sir Lukas Curylo, direttore della Caritas — si riflette sui nostri servizi: un utente su tre o quattro dei nostri consultori si prende cura di uno o più minori», privi di adeguate opportunità per crescere. Il servizio più richiesto «è la consultazione per i problemi di eccessivo indebitamento a lungo termine delle famiglie e come affrontare le situazioni finanziarie più difficili».
Come detto, oltre la metà delle famiglie boeme e morave sopravvive grazie ai prestiti. L’importo medio di questi prestiti è di 536.000 corone ceche (circa 20.000 euro) e il rimborso mensile medio si calcola in 248 euro, mentre il limite critico di un reddito familiare è di circa 890 euro mensili. La gente spende la maggior parte dei soldi per le spese correnti e l’alimentazione. Per il resto – spiegano alla Caritas – si ricorre al prestito.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE