Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Tregua di un mese
annunciata dalle Farc

· ​Ma Santos chiede impegni concreti per accelerare il negoziato ·

Apprezzo il gesto, ma non è sufficiente». Così il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, ha salutato oggi il cessate il fuoco unilaterale di un mese annunciato ieri dalla guerriglia delle Farc. La tregua entrerà in vigore il 20 luglio dopo l’appello urgente lanciato dai Paesi garanti del processo di pace contro l’ondata di violenza nelle ultime settimane. 

Madre e figlio davanti a un edificio crivellato di colpi   (Afp)

Secondo Santos, tuttavia, sono necessari «impegni concreti per accelerare i risultati nei negoziati e mettere fine il più presto possibile al più vecchio conflitto in America latina», in corso da oltre mezzo secolo. «Entrambe le parti devono lavorare per raggiungere un cessate il fuoco bilaterale e definitivo», ha aggiunto il presidente colombiano. Il mese scorso, la guerriglia marxista colombiana ha aumentato le sue azioni contro le infrastrutture petrolifere ed energetiche, lasciando diverse città al buio e causando ingenti danni ambientali per l’olio versato in fiumi e torrenti.

L’annuncio del cessate il fuoco è stato accolto con favore dalla missione delle Nazioni Unite in Colombia, secondo cui esso rappresenta un primo passo significativo verso la fine delle ostilità, punto fondamentale per favorire le trattative in corso da ormai due anni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 dicembre 2018

NOTIZIE CORRELATE