Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tredici donne rilasciate
da Boko Haram

· ​Erano state rapite nello stato di Borno ·

Il gruppo islamista Boko Haram ha rilasciato tredici donne — dieci ufficiali di polizia e tre docenti universitarie — rapite nel 2017, ha annunciato la presidenza della Nigeria senza fornire ulteriori particolari.

Membri di Boko Haram nello stato di Borno

Il gruppo di dieci ufficiali di polizia era stato catturato nel giugno scorso in un agguato nei pressi di Maiduguri, la capitale dello stato di Borno, nel nord-est della Nigeria. Inizialmente le autorità avevano smentito questo rapimento ma Boko Haram aveva diffuso nelle settimane successive un video delle prigioniere che imploravano il rilascio. Le tre docenti dell’università di Maiduguri, invece, erano state rapite nel corso di una missione di esplorazione sul petrolio sempre nel nord-est del paese. Almeno 69 persone avevano perso la vita nell’imboscata tesa da Boko Haram contro la missione di esplorazione: una delle azioni più cruenti dello scorso anno. «La liberazione è stata possibile grazie alle trattative dirette dal presidente Buhari e con il concorso del comitato internazionale della Croce rossa» ha dichiarato il portavoce della presidenza.

Le tredici donne liberate da Boko Haram sono ora in viaggio in direzione di Abuja con l’assistenza delle forze militari e dell’aviazione nigeriana, come è stato precisato dalle autorità.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE