Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tre temi
al Consiglio di cardinali

· Governatorato, Segreteria di Stato e Istituto per le opere di religione ·

Il Consiglio di cardinali è riunito da ieri, 1° luglio, a Santa Marta, e dei lavori ha riferito stamane, mercoledì, padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede. Papa Francesco partecipa a tutte le riunioni, e anche oggi, sospese come ogni estate le udienze generali, ha partecipato all’intera riunione. Il Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, è presente regolarmente alle riunioni, e il Pontefice ha stabilito che partecipi a pieno titolo al Consiglio, che ora conta dunque nove membri.

Tre sono stati i temi principali sinora affrontati. Il Consiglio si è infatti occupato di questioni relative al Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, con l’aiuto in particolare del cardinale presidente Giuseppe Bertello. Quindi si è soffermato sul lavoro e sull’organizzazione della Segreteria di Stato, tema su cui è intervenuto il cardinale Parolin. Infine è stata approfondita la questione del nuovo assetto dell’Istituto per le opere di religione (Ior). Su questo tema hanno partecipato alle riunioni, in due tempi, anche i cardinali membri della commissione cardinalizia di vigilanza presenti a Roma (Santos Abril y Castelló, Thomas Collins, Jean-Louis Tauran, oltre a Pietro Parolin).

A proposito di notizie diffuse dai media in questi ultimi giorni, il direttore della Sala stampa della Santa Sede ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Lo Ior si trova in un tempo di transizione e di sviluppo naturale e sereno. Il contributo del presidente Ernst von Freyberg continua a essere profondamente apprezzato e valutato molto positivamente. Ulteriori chiarificazioni sono possibili, anzi verosimili, la settimana prossima, dopo l’incontro del Consiglio per l’Economia, che avrà luogo sabato».

Padre Lombardi ha poi spiegato concisamente l’ordine del giorno del prossimo Consiglio dell’Economia, che tratterà degli statuti e del programma di lavoro, e che sarà informato sugli sviluppi relativi allo Ior e, da parte della Prefettura per gli affari economici, sul bilancio del 2013 e su quello di previsione per l’anno in corso. Il direttore della Sala stampa della Santa Sede ha anche annunciato che è possibile prevedere per la prossima settimana un’importante conferenza stampa durante la quale saranno presentati argomenti diversi, che attengono l’ambito delle competenze del Consiglio e della Segreteria per l’Economia, tra cui anche lo Ior.

Il Consiglio continua i lavori prendendo in considerazione e sviluppando sistematicamente le riflessioni già avviate sui diversi organismi della Curia romana.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2018

NOTIZIE CORRELATE