Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tre milioni e mezzo di bambini afghani senza istruzione

· ​Rapporto del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia ·

Bambini afghani

Circa tre milioni e mezzo di bambini afghani non hanno accesso ad alcun livello di istruzione per molteplici ragioni, la principale delle quali è l’insicurezza. Lo ha reso noto un rapporto del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef). L’emittente Tv Tolo di Kabul ha precisato che l’Unicef si è impegnato a versare al ministero della pubblica istruzione 46 milioni di dollari come contributo alla soluzione del problema. Firmando il relativo memorandum, il ministro Mohammad Ibrahim Shinwari ha assicurato: «Cercheremo di mettere in moto un sistema globale per verificare le esigenze educative dei bambini e misurare quanti di essi non hanno raggiunto la soglia di istruzione prevista, e perché». Shinwari ha poi ricordato che attualmente circa 1200 scuole afghane sono chiuse a causa dell’insicurezza, e che il 75 per cento dei bambini che non hanno accesso all’istruzione sono femmine. Il responsabile dell’Unicef in Afghanistan, Adele Khodr, ha sostenuto: «Dobbiamo concentrarci sui modi per portare i bambini senza istruzione nel circuito educativo. Particolare cura vogliamo avere per le bambine, e per la formazione di insegnanti donne, un problema urgente e della massima importanza».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE