Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Trasparenza e semplificazione

· Intesa fra le istituzioni cattoliche elvetiche per una migliore gestione dei finanziamenti ·

Friburgo, 20. Maggiore trasparenza e semplificazione del lavoro all’interno degli organi misti incaricati del finanziamento, ponendo l’accento sulla promozione della giustizia sociale e sulla riduzione della povertà nel Sud del mondo nell’ottica cristiana: è il principale obiettivo dell’accordo raggiunto tra la Conferenza dei vescovi svizzeri, la Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (Rkz) e Sacrificio Quaresimale in occasione delle loro rispettive assemblee tenutesi tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre.

In virtù di tale intesa, Sacrificio Quaresimale (l’organizzazione di cooperazione internazionale dei cattolici svizzeri) distribuirà i suoi contributi in modo autonomo dal 2018, mentre la Conferenza episcopale e l’Rkz fisseranno la propria collaborazione sulla base di un contratto e di diversi regolamenti. «Portare avanti un simile obiettivo — si legge in un comunicato congiunto — implica di rivedere l’attuale ripartizione dei mezzi finanziari che l’organizzazione di cooperazione internazionale dei cattolici svizzeri riserva al finanziamento della Chiesa nel nostro Paese. Così, dal 1° gennaio 2018 Sacrificio Quaresimale verserà 400.000 franchi svizzeri per i compiti pastorali delle diocesi e altri 400.000 per le attività compiute sul piano delle regioni linguistiche e a livello nazionale, vale a dire un terzo della somma versata attualmente».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE