Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tragici errori e ciniche scelte

· I retroscena diplomatici del bombardamento di Montecassino ·

«Fratelli, lasciateci piangere di commozione e di gratitudine. Per dovere del Nostro ufficio presso Papa Pio, di venerata memoria, Noi siamo bene informati testimoni di quanto la Sede apostolica fece per risparmiare a questa fortezza non delle armi, ma dello spirito, il grave oltraggio della sua distruzione.

L’abbazia in ricostruzione dopo il bombardamento

Quella voce supplichevole e sovrana, inerme vindice della fede e della civiltà, non fu ascoltata. Montecassino fu bombardato e demolito. Uno degli episodi più tristi della guerra fu così consumato». Così Paolo VI il 24 ottobre 1964 quando, a vent'anni dal bombardamento, si recò a Montecassino per la consacrazione della ricostruita basilica cattedrale e la proclamazione, attraverso la lettera apostolica Pacis Nuntius, di san Benedetto a patrono principale dell’Europa.

Il bombardamento del 15 febbraio 1944, del resto, resta ancora una delle pagine più controverse della Seconda guerra mondiale. E se l'analisi delle vicende e delle responsabilità militari si trova in un gran numero di libri, articoli e memoriali, «ciò che è rimasto in parte inesplorato – scrive Gaetano Vallini – è lo scenario diplomatico che precedette e seguì il tragico evento, comprese le iniziative della Santa Sede sui governi di Berlino, Londra e Washington prima per proteggere l’abbazia e poi per salvaguardare Roma. E sono proprio questi aspetti sui quali si concentra il libro di Nando Tasciotti Montecassino 1944 (Roma, Castelvecchi, 2014, pagine 325, euro 19,50) che cerca di far luce sui retroscena di quell'episodio».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE