Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tra puristi e simbolisti

· Pio X e il rilancio dell’arte sacra nel primo Novecento ·

Nel corso dell’Ottocento e del primo Novecento la Chiesa Cattolica perse il primato nella committenza della musica e dell’arte figurativa. Ne conseguì il progressivo allontanamento degli artisti dai soggetti iconografici cristiani e l’adesione da parte loro alle tendenze moderniste care alla nuova classe borghese. 

Leonard von Matt, «Pio X si fa ritrarre da un pittore»

Lo racconta Ettore Merkel sottolineando che la Chiesa sembrava incapace di opporsi al dilagare del fenomeno sostenuto da istanze individualiste, fondate sul progresso delle scienze e della tecnica proto-industriale. Tuttavia altre correnti estetiche cercavano di recuperare una nuova spiritualità riannodando il legame con la tradizione passata individuata nel passaggio dall’umanesimo al rinascimento tosco-romano (Perugino, il giovane Raffaello e il Beato Angelico). Si trattò in Germania della corrente dei pittori nazareni, con il loro caposcuola Friederich Overbeck, e in Inghilterra i preraffaelliti con Dante Gabriel Rossetti. Risposero a essi, in Italia i puristi e i simbolisti. A fine Ottocento reintrodurre nella società contemporanea italiana disorientata i valori dimenticati e dispersi della tradizione sugli esempi operati degli altri Paesi europei, fu il compito al quale si accinse Giuseppe Sarto sin dagli anni del suo vescovato a Mantova e, successivamente, del suo patriarcato veneziano. Egli operò la ferma riproposta di un’arte sacra in architettura, scultura e pittura, di matrice stilistica eclettica, fedele ai fondamenti della tradizione, e insieme moderatamente aperta alle novità contemporanee purché lontane dalle deviazioni del modernismo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE