Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tra missione e nuova evangelizzazione

· La giornata di preghiera e di riflessione convocata dal Papa per il Collegio cardinalizio ·

«L’annuncio del Vangelo oggi, tra missio ad gentes e nuova evangelizzazione» è il tema della Giornata di preghiera e riflessione convocata dal Papa per i membri del Collegio cardinalizio e i nuovi cardinali in occasione del Concistoro, venerdì 17 febbraio, nell’aula nuova del Sinodo dei vescovi in Vaticano.

L’incontro ha avuto inizio in mattinata con la celebrazione dell’Ora terza. È proseguito con il saluto introduttivo del decano del Collegio, cardinale Angelo Sodano. Subito dopo l’arcivescovo di New York, il cardinale designato Timothy Michael Dolan, ha svolto la relazione inaugurale nella quale, definita «sacro dovere» la nuova evangelizzazione, ha sviluppato in sette punti quella che ha chiamato un’efficace strategia di evangelizzazione. La nuova evangelizzazione, ha ripetuto, riguarda tutti. E, citando il concilio Vaticano II, ha ricordato che se è vero che ci sono missionari espliciti, cioè quelli che vengono mandati laddove la gente non ha mai sentito parlare di Gesù, è anche vero che non esiste alcun cristiano che venga escluso dal compito di testimoniare Gesù, trasmettendo ad altri l’invito del Signore nella vita quotidiana.

Successivamente l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ha svolto una comunicazione sull’Anno della fede, sul suo significato alla luce della lettera apostolica Porta fidei . Ha anche presentato una serie di iniziative allo studio da parte di diversi Dicasteri proprio in occasione dell’Anno della fede, il cui obiettivo principale resta quello di «rinnovare e fortificare la fede — ha detto il presule — in un momento di particolare crisi che vede, anzitutto, molti cristiani indifferenti, lontani dalla vita della comunità e spesso confusi per le vicende della storia che in questo periodo è entrata in una grave crisi di identità e di responsabilità sociale».

Dopo la comunicazione di monsignor Fisichella, sono iniziati gli interventi dei partecipanti alla Giornata. In mattinata vi è stato spazio sufficiente per sette interventi di varia tematica, fino alla recita dell’Angelus guidata dal Papa.

Gli interventi sono continuati nel pomeriggio, quando con la recita dei vespri sono ripresi i lavori dell’assemblea cardinalizia. Sul totale dei 213 membri del Collegio cardinalizio, compresi i 22 nuovi cardinali, ne erano presenti 133. Gli assenti si erano scusati per motivi d’età, di salute o di precedenti impegni inderogabili.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE