Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tra i vicoli bui delle tecnoscienze

· Coraggiose le tematiche scelte da Emilia Costantini per i suoi romanzi ·

"Nei romanzi che hanno successo oggi – scrive Lucetta Scaraffia – è raro trovare trame nuove. In particolare, nessuno si accosta a temi legati agli effetti delle tecnoscienze nella vita e nell’esperienza delle persone, nonostante che questi cambiamenti ormai siano in atto da decenni e comportino, per gli esseri umani che ne sono coinvolti, molte situazioni nuove e complicate, fino a qualche decennio fa addirittura inimmaginabili. 

Ha scelto di affrontare queste tematiche solo una scrittrice che è anche giornalista - quindi proprio per questo portata a ispirarsi a storie successe veramente - Emilia Costantini". Tra i romanzi di Costantini, Scaraffia ne ricorda due: Quel segno sulla fronte (2014) che narra la drammatica sorte dei bambini abbandonati nei Paesi poveri che finiscono nella rete dei trafficanti di organi, e Tu dentro di me (2009), che ha al centro una maternità surrogata. "Gli esseri umani – conclude Scaraffia – non sono macchine, meccanismi su cui si può intervenire e che si possono controllare, ma hanno cuore e sentimenti, non sappiamo quanto dipendenti dalla realtà biologica del loro corpo. È quindi utile e interessante che qualcuno - come Emilia Costantini - ci metta di fronte a questa realtà che non vogliamo vedere".

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE