Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Terremoto a Papua Nuova Guinea

· ​La vicinanza di Papa Francesco alle popolazioni colpite ·

Funzionari locali esaminano i danni  del sisma in un’abitazione (Ap)

È di oltre cento morti e centinaia di feriti il bilancio del terremoto che ha colpito una settimana fa la regione degli altipiani in Papua Nuova Guinea. La scossa principale è stata di 7,5 gradi sulla scala Richter. Sono poi seguite forti scosse di assestamento, fra le quali, nei giorni scorsi, due di magnitudo 6.
In un telegramma a firma del segretario di stato, cardinale Pietro Parolin, Papa Francesco ha espresso solidarietà e vicinanza alla popolazione. «Appreso con grande tristezza della tragica perdita di vite», il Pontefice «raccomandando le anime dei defunti alla misericordia di Dio Onnipotente, invia le sue sentite condoglianze alle loro famiglie e assicura a tutti coloro che sono stati colpiti da questo disastro la sua vicinanza con la preghiera», si legge nel telegramma. «Su tutti coloro che piangono in questo momento difficile e su quanti sono coinvolti negli importanti sforzi di soccorso, Papa Francesco invoca le divine benedizioni di forza e consolazione».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 ottobre 2018

NOTIZIE CORRELATE