Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Terra rovente

· Per gli scienziati mai così caldi i primi sei mesi dell’anno ·

Sono sempre più allarmanti i dati sul surriscaldamento della Terra. Il 2014 è stato l’anno più caldo di sempre, ma il poco invidiabile record è già sul punto di vacillare. 

La Terra illuminata dal Sole nella più recente  foto della Nasa. L’immagine è stata scattata da una distanza di oltre un milione e mezzo di chilometri

Ne sono convinti gli esperti dell’Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica (Noaa), l’agenzia federale statunitense per la meteorologia, secondo la quale nei primi sei mesi del 2015 la temperatura è salita come mai negli ultimi centotrentasei anni, da quando, cioè, i climatologi studiano la variazione delle temperature. Stando ai dati diffusi dalla Noaa, dopo i record di febbraio, marzo e maggio scorsi, anche giugno ha raggiunto la temperatura media mondiale più alta dal 1880: 16,33 gradi, 0,88 gradi sopra la media del ventesimo secolo e 0,12 gradi in più del precedente primato, segnato nel giugno del 2014. Ma non basta. Con 14,35 gradi, il primo semestre dell’anno si è confermato il più caldo di sempre. Per gli esperti dell’Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica, dunque, è praticamente impossibile che il 2015 non sia l’anno più caldo mai registrato, battendo il primato che appena pochi giorni fa quattrocentotredici scienziati di cinquantotto Nazioni avevano attribuito definitivamente al 2014 nel rapporto “State of Climate”, diffuso dall’American Meteorological Society.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE