Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tensione a Ventimiglia

· Migranti fatti sgomberare dopo un blitz delle forze dell’ordine ·

Mentre la polizia francese ha deciso di chiudere il confine, a Ventimiglia sono intervenute oggi in un blitz le forze dell’ordine italiane per far sgomberare il campo di profughi e migranti. 

Migrante sugli scogli di Ventimiglia al confine tra Italia e Francia (Ansa)

Per evitare lo sgombero e l’arresto, almeno cento persone sono fuggite dal campo e si sono rifugiate sugli scogli, portando tutto con loro, come a giugno all’inizio della protesta. Le forze dell’ordine sono entrate nell’accampamento con un’ordinanza di sgombero. «Come chiedevamo da tempo, troppi i disagi che causava» ha commentato il sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano. Un gruppo di attivisti ha indetto una manifestazione per mezzogiorno nel centro della città; in arrivo giovani da varie parti d’Italia, confermata la presenza di associazioni solidali. Intanto, il vescovo di Ventimiglia - San Remo, Antonio Suetta, sta tentando una mediazione tra migranti e forze dell’ordine. ntanto, sul piano politico, il Governo tedesco si appresta a inasprire le norme sul diritto d’asilo con un pacchetto di leggi che entrerà in vigore già dal primo novembre, dopo l’approvazione del Parlamento prevista per la metà ottobre. Tra le misure, secondo quanto anticipato dai media tedeschi, ci sono regole più severe per le espulsioni, accelerazione delle procedure d’esame delle richieste di asilo, classificazione di Albania, Kosovo e Montenegro come paesi di origine “sicuri” e quindi meta di rimpatri.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE