Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tensione in Ucraina alla vigilia del referendum separatista

· Il presidente Putin in Crimea sfida l’Occidente ·

Kiev, 10. Alla vigilia del voto sull’indipendenza della regione orientale dell’Ucraina, nell’area sono in corso i preparativi per la consultazione. Nonostante l’appello a sorpresa arrivato mercoledì dal presidente russo, Vladimir Putin, perché il referendum fosse rinviato, i ribelli asserragliati in oltre una decina di città e villaggi dell’Ucraina orientale hanno deciso di tenere comunque la consultazione. Il referendum di domani chiederà ai votanti della regione di Donetsk, il cuore industriale dell’Ucraina, e nella vicina regione di Luhansk se vogliono l’indipendenza da Kiev; e il risultato è considerato un potenziale trampolino di lancio verso l’adesione alla Russia. Ed è giorno di lutto oggi nella città di Mariupol dove ieri si sono svolti aspri combattimenti tra separatisti filo-russi e truppe fedeli a Kiev.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

06 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE