Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tensione tra Bangladesh e Myanmar

· Per la presenza di militari al confine ·

Soldati del Myanmar al confine  con il Bangladesh (Epa)

Improvviso e inatteso focolaio di tensione fra Bangladesh e Myanmar, paesi impegnati nella soluzione alla crisi dei rohingya. Dacca ha denunciato la presenza di truppe di Naypyidaw alla frontiera comune, chiedendone l’immediato ritiro. Lo riferisce il portale di notizie BdNews24. Il ministero degli esteri bengalese ha convocato l’ambasciatore del Myanmar consegnandogli una «energica protesta», conseguenza del trasferimento di un massiccio contingente militarizzato e fortemente armato della polizia nella zona di confine di Naikkhyangchharhi, nel distretto di Bandarban. L’operazione riguarda un territorio-cuscinetto fra i due stati, una sorta di no man’s land, in cui risiedono migliaia di rohingya fuggiti lo scorso anno dallo stato del Myanmar del Rakhine. «Non c’è bisogno di militari e artiglieria in quella zona», ha spiegato Dacca, aggiungendo che «questo spaventa i rohingya, che potrebbero decidere di entrare in Bangladesh». In attesa di sviluppi il governo bengalese ha disposto la mobilitazione della guardia di frontiera per fare fronte all’iniziativa del Myanmar che, sostiene Dacca, «è contraria alle norme internazionali riguardanti le frontiere».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE