Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Tempo di scelte

· I flussi di profughi e migranti principale tema del Consiglio europeo ·

Sarà dominato dalla questione dei flussi di profughi e migranti il Consiglio europeo di domani a Bruxelles. A questo tema fa riferimento quasi tutta la lettera d’invito ai capi di Stato e di Governo dei 28 Paesi dell’Unione europea inviata dal presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk.

Migranti sbarcano sull’isola greca di Lesbo nel mar Egeo (Afp)

Il vertice dovrebbe concludersi in una sola giornata, ma se i colloqui dei leader dovessero richiedere più tempo è previsto il prolungamento dei lavori a venerdì. Tusk nota che «se l’afflusso di rifugiati rallenta durante l’inverno, dobbiamo essere pronti per la primavera e per ondate più grandi verso l’Europa», con «milioni di potenziali nuovi rifugiati» e occorre chiedersi se le decisioni prese finora, «e quelle che stiamo per prendere, siano sufficienti a contenere una nuova ondata». Secondo Tusk, «l’accesso eccezionalmente facile all’Europa è uno dei principali fattori di attrazione» e la lettera pone l’accento sulle misure di contenimento e sulla differenziazione tra richiedenti asilo e migranti economici, chiedendo di discutere del ruolo dei centri di identificazione e di registrazione nei Paesi di primo arrivo, i cosiddetti hotspot, e del rafforzamento delle frontiere esterne.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE