Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

I santi e la storia in comune

· Incontro a Sofia fra il cardinale Kasper e il patriarca Neofit ·

Il ruolo della famiglia, nucleo centrale di ogni società, i problemi dell’Europa, dalla migrazione al rispetto della dignità umana, i tradizionali buoni rapporti fra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa: si è parlato di questo, ieri, nel colloquio fra il patriarca di Bulgaria, Neofit, e il cardinale Walter Kasper, presidente emerito del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, a Sofia per una visita di alcuni giorni durante i quali incontrerà rappresentanti delle istituzioni, il gran muftì Mustafa Hadzi, si recherà nella sinagoga e nelle chiese cattoliche della capitale, avrà appuntamenti con i protestanti e gli armeni. Alla riunione erano presenti, fra gli altri, il metropolita per l’Europa occidentale e centrale, Anthony, e il nunzio apostolico in Bulgaria e in Macedonia, arcivescovo Anselmo Guido Pecorari, che accompagna Kasper in questo viaggio organizzato in coincidenza con la solennità dei santi Pietro e Paolo. Il porporato — informa il patriarcato in una nota — ha portato a Neofit i saluti di Papa Francesco, ha ricordato «i santi e la storia in comune nel primo millennio», nonché lo scambio di reliquie (come quella di san Dasio donata da Giovanni Paolo ii al patriarca Maxim il 24 maggio 2002) e l’uso liturgico di chiese cattoliche offerto a comunità ortodosse bulgare in Europa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 gennaio 2019

NOTIZIE CORRELATE