Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Svolta di Trump sulle armi facili

· Per la prima volta il presidente apre a una stretta ·

«Dobbiamo fare quello che è giusto, non vi fate intimorire dalla Nra». Sono rimasti increduli i deputati del Congresso presenti ieri alla Casa Bianca all’udire queste parole pronunciate dal presidente Donald Trump. La Nra (National Rifle Association) è la potentissima lobby delle armi che è stata uno dei principali finanziatori della campagna elettorale dell’attuale inquilino della Casa Bianca. 

Quella di ieri è stata la prima forte presa di posizione di Trump sullo spinoso tema delle armi facili a poche settimane dalla strage di Parkland. «Sono il più grande sostenitore del Secondo emendamento [quello che consente la libertà di armarsi]. Molti di voi lo sono. Sono un grande fan della Nra, domenica ho anche pranzato con loro. Ma ora dobbiamo fermare questa assurdità» ha detto il capo della Casa Bianca. Che poi ha lanciato le sue proposte: allargare i controlli sugli acquirenti di armi, escludendo chi ha problemi mentali, e aumentare da 18 a 21 anni l’età legale per l’acquisto. Parole, queste, che hanno creato ulteriori divisioni in un Congresso già frammentato su un tema tanto complesso. I democratici ritornano a sperare in una svolta all’insegna di maggiori restrizioni, mentre i conservatori e alcuni repubblicani cercano di frenare. Il sito di estrema destra Breitbart, creato da Steve Bannon, ex braccio destro di Trump, ha lanciato dure accuse al presidente. Il senatore Ben Sasse, un repubblicano conservatore che non era presente all’incontro alla Casa Bianca, ha contestato Trump «per la sua tendenza a cambiare posizione».

La stretta sulle armi annunciata da Trump è arrivata proprio nel giorno in cui ha riaperto il liceo di Parkland in Florida, teatro della strage durante la quale sono state uccise 17 persone.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 febbraio 2019

NOTIZIE CORRELATE