Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Sull’Ucrainagate
Trump non collabora

  La Casa Bianca ha deciso di non cooperare con l’indagine dei Democratici per il possibile impeachment del presidente statunitense Donald Trump. Il consulente legale della White House, Pat Cipollone, ha spiegato in una lettera inviata alla speaker della Camera Nancy Pelosi e ai presidenti delle tre commissioni della Camera che conducono l’indagine, che la Casa Bianca ritiene l’indagine «illegittima», in quanto «la Camera non ha espresso un voto formale per avviarla». I Democratici vengono anche accusati di voler ribaltare l’esito delle elezioni del 2016.

La lettera è arrivata poco dopo la decisione della Casa Bianca di ordinare a Gordon Sondland, ambasciatore statunitense all’Unione Europea, di non testimoniare di fronte al Congresso sul caso Ucrainagate. Sondland sarebbe un personaggio centrale in tutta questa storia: avrebbe avuto contatti diretti con Trump da cui avrebbe ricevuto ordini sia prima che dopo la sua telefonata con Zelensky.

Pelosi ha definito la lettera «solo l’ultimo tentativo» da parte di Trump di «nascondere il tradimento della democrazia», nella convinzione di essere «al di sopra della legge».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE