Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sul clima fase cruciale

· Entra nel vivo la conferenza delle Nazioni Unite Cop22 a Marrakech ·

Entra nella fase cruciale la ventiduesima conferenza delle Nazioni Unite sul clima (Cop22) a Marrakech, in Marocco. Dopo oltre una settimana di negoziati a livello tecnico, oggi è in programma la prima sessione di lavoro tra i rappresentanti delle parti firmatarie dell’accordo di Parigi. 

Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon partecipa ai lavori della conferenza (Ansa)

Sotto il tendone del centro congressi Bab Ighli di Marrakech, sono riuniti i delegati dei 196 paesi firmatari dell’accordo, raggiunto al termine della ventunesima conferenza mondiale (Cop21), che ebbe luogo un anno fa nella capitale francese. I delegati sono stati accolti dal re del Marocco, Muhammad vi, dal segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, dal ministro degli esteri marocchino, Salaheddine Mezouar (che presiede la Cop22), e da Patricia Espinosa, segretaria operativa dell’Onu per il clima. In apertura dei lavori, Muhammad VI, ha esortato i delegati a «tradurre i loro impegni in azioni», aggiungendo che «la posta in gioco è l’esistenza dell’uomo». Nel suo intervento, il segretario generale dell’Onu ha assicurato che «il cammino intrapreso non si può più fermare». L’accordo di Parigi — ricordano gli analisti — ha il più alto numero di sottoscrizioni di ogni trattato sul tema, con 109 firme.

La Cop22 è cominciata il 7 novembre scorso, ma fino a ieri ha visto solo il lavoro preparatorio degli sherpa dei paesi firmatari. Al vertice di oggi partecipano invece capi di stato e di governo e ministri dell’ambiente. Obiettivo della riunione è quello di definire le misure per attuare gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima (mantenere il riscaldamento globale entro i due gradi dai livelli pre-industriali, se possibile entro un grado e mezzo). Nell’ambito della Cop22, si tiene oggi anche un importante vertice sul clima dei paesi africani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE