Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Sul cammino delle beatitudini

· ​Celebrati nella basilica vaticana i funerali del cardinale Dias ·

Nel primo pomeriggio di mercoledì 21 giugno, all’altare della Cattedra della basilica vaticana, Papa Francesco ha presieduto il rito dell’«ultima commendatio» e della «valedictio» al termine delle esequie del cardinale Ivan Dias, arcivescovo emerito di Bombay e prefetto emerito della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, morto a Roma lunedì 19. Accompagnato dall’arcivescovo Gänswein, prefetto della Casa pontificia, Francesco è giunto al termine della messa funebre celebrata dal cardinale decano, il quale ha tenuto l’omelia che pubblichiamo di seguito. Con lui hanno concelebrato ventisette cardinali, tra i quali Parolin, segretario di Stato, oltre a diciassette presuli — tra loro l’arcivescovo Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati — e settanta sacerdoti. Hanno assistito al rito, tra gli altri, i monsignori Camilleri, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati, e Bettencourt, capo del Protocollo, insieme a membri del corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede. Tra i presenti, il fratello del defunto porporato. Le spoglie del cardinale Dias saranno tumulate nella cappella di Propaganda Fide nel cimitero romano del Verano. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 gennaio 2019

NOTIZIE CORRELATE