Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Strategia di efferatezza

· Diffuso dall’Is l’atroce video dell’uccisione del pilota giordano ·

L’esecuzione, oggi nella capitale giordana, di due persone condannate a morte per terrorismo è la risposta immediata data dal Governo del Regno hashemita alla strategia di efferatezza messa in atto dal cosiddetto Stato islamico (Is), che ha diffuso ieri un atroce video dell’uccisione del pilota giordano Muaz Kassasbe, arso vivo in una gabbia di ferro.

La moglie del pilota giordano assassinato; sullo sfondo, una foto del marito (Afp)

Uno dei terroristi giustiziati nel carcere di Swaqa, ad Amman, è Ziad Al Karbouli, catturato nel 2006 e del quale è stata provata la vicinanza al leader di Al Qaeda, Abu Musab Al Zarqawi. Con lui è stata giustiziata l’irachena Sajida Al Rishawi, catturata mentre stava per compiere un attentato suicida ad Amman nel 2005 con tre complici, compreso suo marito, che invece riuscirono nell’intento provocando una strage nella quale morirono 57 persone. Proprio Sajida Al Rishawi era stata al centro di una trattativa fra l’Is e il Governo di Amman, che si era detto disposto a scambiarla con la vita di Kassasbe, oltre che del giornalista giapponese Kenji Goto, anch’egli ucciso dall’Is tre giorni fa. Il video è stato diffuso mentre re Abdullah bin Hussein di Giordania si trovava negli Stati Uniti. Il sovrano ha interrotto la visita ed è ripartito dopo un breve incontro con il presidente Barack Obama.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE