Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

A Strasburgo per costruire l’unità

· In trentamila per l’incontro europeo della Comunità di Taizé ·

Fa tappa a Strasburgo, cuore dell’Europa e luogo storico della riconciliazione post-bellica, il “pellegrinaggio della fiducia sulla terra”, trentaseiesima edizione di quell’ideale itinerario di fede e testimonianza comune tra cristiani del vecchio continente avviato alla fine degli anni Settanta da fratel Roger, fondatore della Comunità di Taizé. Nel capoluogo dell’Alsazia, città simbolo delle istituzioni europee, tutto è pronto per accogliere — da domani, sabato 28, a mercoledì 1° gennaio — le migliaia di giovani partecipanti al raduno. Almeno trentamila le presenze attese dagli organizzatori, i quali sottolineano con soddisfazione come tutti i giovani saranno all'alloggiati in famiglia, cosa che da parecchi anni non succedeva.

Particolare non trascurabile, i giovani saranno accolti da famiglie francesi e tedesche dell'Alsazia e dell'Ortenau, su entrambe le sponde del Reno. Proprio questo aspetto è sottolineato nel messaggio che Papa Francesco ha fatto pervenire agli organizzatori, rilevando come l’incontro di Strasburgo sia un «segno» per la costruzione della famiglia europea.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE