Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Strage di migranti al largo della Libia

· ​Recuperati ventidue cadaveri ·

Gommone di migranti soccorso al largo della Libia (Ap)

Una nuova terribile strage di migranti macchia di sangue le acque del Mediterraneo. I corpi senza vita di ventuno donne e un uomo sono stati recuperati questa mattina dagli uomini di Medici senza frontiere su un gommone al largo della Libia. «Quando la nostra équipe si è avvicinata al primo gommone, ho visto dei cadaveri che giacevano sul fondo dell’imbarcazione in una pozza di carburante» ha detto uno degli operatori. «I sopravvissuti hanno passato diverse ore a bordo con i cadaveri. Molti di loro sono troppo traumatizzati per riuscire a raccontare quanto accaduto». L’operazione ha coinvolto diversi gommoni alla deriva e ha portato in salvo 209 migranti, tra i quali numerose donne incinte e almeno cinquanta bambini, di cui una quarantina non accompagnati.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE