Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Strage di donne a Baghdad

· Attacco nel quartiere di Zayouna ·

Donne a Baghdad (LaPresse/Ap)

Strage di donne nella capitale irachena: nel pomeriggio di sabato un gruppo di uomini armati ne ha uccise venticinque a sangue freddo in un attacco contro due edifici nel quartiere residenziale di Zayouna, solitamente frequentato da prostitute. Lo hanno reso noto fonti della polizia e del Governo, aggiungendo che gli autori della strage hanno saccheggiato i locali dopo avervi fatto irruzione.

Nella stessa zona, nel maggio del 2013, vi era stato un altro attacco in cui furono uccise dodici persone. E ora gli abitanti di Zayouna temono che il quartiere possa essere colpito da altri episodi di violenza indiscriminata, una violenza che, nella scia dell’offensiva lanciata dai miliziani dello Stato islamico (Is), imperversa con rinnovata intensità, nella capitale e in altre aree del Paese. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE